The pole show articolo

Pole dance

Pole Dance è una nuova e riconosciuta disciplina sportiva, che si sta diffondendo in tutto il mondo. Con le sue numerose scuole, che nascono come i funghi dopo la pioggia, nonché diversi workshop, esibizioni e campionati nazionali ed internazionali, Pole Dance è ormai un “must” del XXI secolo non solo da conoscere, ma anche da praticare.
La caratteristica che distingue Pole Dance dalle altre discipline sportive è il fatto che essa rappresenta un ibrido tra la danza classica, la ginnastica artistica e il fitness. Danza classica perché ballando utilizziamo le sue fondamenta posturali (stendere le punte, inarcare la schiena ecc.); ginnastica artistica perchè c’è coordinazione ed eleganza;  fitness perché per danzare attorno, sopra e sotto il palo dobbiamo saper controllare il nostro corpo, i nostri muscoli, i nostri movimenti, mostrando la nostra forza e concentrazione. Tutto sommato, Pole Dance ha preso il meglio di tutte queste tre forme di allenamento fisico, aggiungendo da parte sua un pizzico di sensualità e creando in questo modo il suo proprio stile. Questo stile coniuga la forza muscolare e la femminilità, permettendo di creare una coreografia affascinante e spettacolare. La sua maggiore difficoltà è quella di rendere l’esibizione più elegante e graziosa possibile, sensuale, ma priva di volgarità. Ed è questo che rende la Pole Dance una vera e propria  Arte.
Non per caso, Pole Dance viene spesso considerata come una forma moderna di Body Art, un’arte che si è sviluppata negli anni 60 negli Stati Uniti e in Europa. Nella filosofia di Body Art il corpo è uno strumento per l’espressione artistica dell’anima (“tela dell’anima”). Durante la performance, ogni body artista agisce secondo la poetica vicina alla sua anima ed i fattori come il sesso, il carattere, le malattie e il dolore, i limiti fisici, i pensieri e lo stato d’animo influenzano profondamente e rendono individuale ed irripetibile la performance stessa.  Insomma, Pole Dance ci permette di esprimere quello che con le parole non sarebbe stato possibile esprimere, ovvero tutta la complessità e bellezza della nostra Anima.
Infine, vorrei spiegare perché, nella mia visione, Pole Dance è un’Arte Aristocratica. Per me questo ballo è innanzitutto un’arte, un’arte difficile da capire (con tutti i pregiudizi e i malintesi che lo circondano!) e non di meno difficile da praticare (è vero che lo possono praticare le donne di qualsiasi età e preparazione fisica, ma ci vuole tanta determinazione e passione!). Insomma, è un’Arte Aristocratica, perché, come dice il proverbio, “l’aristocratico è colui che non cede alla volgarità, anche se la volgarità lo circonda dappertutto”.  Inoltre, questo ballo è aristocratico perché è dignitoso (l’obiettivo non è di sedurre qualcuno, ma di esprimere il meglio di te stesso all’esterno) e perché aiuta alle donne ad aumentare la propria autostima e ad esaltare la propria femminilità.

 

I BENEFICI FISICI DELLA POLE DANCE

  • E’ l’unica disciplina sportiva che rinforza gli adduttori (le cosce interne)- i muscoli che hanno ruolo vitale per la salute delle donne;
  • Migliora il sistema cardiovascolare (accresce la stabilità del cuore);
  • Rinforza i muscoli (soprattutto i muscoli della parte superiore del corpo e delle gambe);
  • Tonifica le cosce, i glutei, gli addominali e le braccia;
  • Migliora l’equilibrio e la coordinazione;
  • Assottiglia i fianchi e il giro vita;
  • Aumenta la flessibilità muscolare;
  • Corregge la postura;
  • Sviluppa la resistenza, la forza, la spinta e la mobilità.
  • I BENEFICI SPIRITUALI DELLA POLE DANCE
  • Migliora l’autostima;
  • Aiuta a tirare fuori la propria femminilità;
  • Potenzia la sensualità;
  • Aiuta a conoscere persone nuove e coltivare nuovi interessi;
  • Insegna come conquistare i cuori;
  • È divertente.